I Sentieri di Anthora

Lo staff de "I sentieri di Anthora" si definisce di "viaggiatori, non turisti!" Con a convinzione che viaggiare significhi conoscenza e rispetto dei luoghi visitati e di chi ci abita. E con questa filosofia Anthora ricerca "dietro l'angolo" mete spesso al di fuori dei principali itinerari turistici.

Anthora offre proposte sono di turismo attivo, prevalentemente trekking, ma non solo. La lentezza del camminare è il modo migliore per entrare in contatto con i popoli che vivono nelle terre che vi portiamo a visitare, per conoscere tradizioni, usanze e specificità locali. Ed oltre all'attività di organizzazione di viaggi in giro per il mondo, offre da qualche anno anche un'ampia offerta di intinerari sul territorio biellese. Anthora dedica infatti una particolare attenzione anche alle Alpi Occidentali e alle montagne "dietro casa", che racchiudono tesori sconosciuti, legati alle tradizioni, ricetti medievali e borghi storici, sacri monti e santuari meta di pellegrinaggi fin dai primi secoli del cristianesimo, a due passi dal caos delle città, su sentieri percorsi da pastori, mercanti e briganti.

L'esperienza di viaggio offerta da Anthora è diversa dal comune. Loro stessi la raccontano così: "Come sempre, c’è modo e modo per fare ogni cosa. Andare in punta di piedi è quello che noi proponiamo, lasciando dietro di sé appena un’impronta, con rispetto e attenzione alle realtà che si visitano e alla dignità delle popolazioni con cui entriamo in contatto.  Preservare le ricchezze e le diversità delle culture e degli ambienti che incontriamo è la componente essenziale dei nostri viaggi, limitando l'impatto, non solo ambientale, ma soprattutto di contaminazione culturale. Per questo privilegiamo piccoli gruppi e destinazioni non troppo frequentate dal turismo di massa, per poter godere del contatto autentico con le comunità locali riducendo al minimo gli effetti indesiderati della nostra presenza".